MassudDue giorni prima veniva ammazzato a tradimento Ahmad Shah Massoud, il Leone del Panshir, eroe della guerra afghana contro l’Armata Rossa e poi contro i Talebani che, come sappiamo, ebbero la meglio. Probabilmente non è una coincidenza che Massud sia stato eliminato prima che scoppiasse quel disastro planetario che ha portato alla devastazione di Afghanistan e Iraq. Ad ognuno, comunque, le proprie conclusioni. Personalmente seguo le gesta di Massud dall’inizio degli anni ’80, attraverso le corrispondenze di Ettore Mo, Biloslavo, e di altri coraggiosi inviati che si recavano nelle zone di guerra, a proprio rischio e pericolo, per raccontare cosa succedeva davvero in quei luoghi trascurati dai telegiornali di allora. C’era un mensile, a quell’epoca, Frigidaire, fondato da gente come Pazienza, Scòzzari, Liberatore, i fumettisti del defunto Cannibale, diretto da Sparagna, che pubblicava servizi straordinari da Kabul, dove organizzava attacchinaggi notturni contro i sovietici e invitava i soldati a tornare a casa. Ricordo una copia fasulla di Stella Rossa, il quotidiano dell’esercito sovietico, stampato clandestinamente e diffuso a Kabul con notizie false e pacifiste.

Vi segnalo un ritratto e un’intervista che mi sembrano interessanti.

http://giovanni010.tripod.com/massoud/

http://www.stringer.it/Stringer%20Schede/afgh_int-massud.htm

Annunci