Tag Archive: lega nord


Sarà banale, qualunquista, antisociale, apolitico, un po’ becero (ma visto il personaggio non stona), benaltrista e diseducativo, ma che l’europarlamentare leghista Speroni con la sua fuoriserie, acquistata grazie alle ricche prebende che il suo ruolo gli concede anche a nostre spese, abbia superato il suo personale record di velocità sulle autostrade tedesche raggiungendo la vertiginosa quota di 316 Kmh, non può fregarcene più del desiderio di maternità di Alba Parietti a 50 anni o del rifiuto di Hamsik di tagliarsi la cresta, anche se glielo chiedesse Berlusconi in persona (pensa un po’, un calvo che chiede ad un capelluto di tagliarsi la chioma per il suo gusto estetico). Ma non ci sono notizie più importanti da evidenziare sui giornali? Ora che arriva l’estate, poi, i giornali sembrano tutti minzolinarsi oltre misura: o parlano di scandali, o di cronaca nerissima, o degli accoappiamenti di panda, koala o mantidi religiose, con analisi delle posizioni kamasutriche e tantriche, tra le più adatte ad essere emulate dalla specie umana sulle spiagge della Versilia o del Gargano. Anche le redazioni meritano le vacanze, d’accordo, ma qualcuno di turno resta a presidio delle notizie vere?

Una proposta da un uomo che non sta bene: istituiamo carrozze e posti sul metrò solo per milanesi. Neanche a dirlo è una proposta del leghista Matteo Salvini, noto paranoico, consigliere comunale e deputato europeo.

In Venezuela quel mattacchione del  presidente Hugo Chavez ha deciso di rimuovere la statua di Cristoforo Colombo, perché ritenuto co-responsabile del genocidio dei nativi americani.

A Bergamo, qualche buontempone ha deciso di rimuovere l’effigie di Giuseppe Garibaldi da alcuni cartelli indicatori della città che diede un notevole contributo di uomini alla spedizione dei Mille, sostituendola con l’immagine di Umberto Bossi.

Paese che vai…

BorghezioNo dai, non è giusto…

Eh, ho capito, ma chi semina vento…d’accordo, ma non lo seminava tra i poliziotti, anzi, ha sempre predicato la repressione dura…

sì, quando il represso non è lui…

comunque non dovevano maltrattarlo in quel modo…

ma la manifestazione non era autorizzata…

e allora? C’è bisogno di prendere la gente a pugni e calci?

se quelli fanno resistenza…

va be’ resistenza, ma hai visto che energumeni erano i poliziotti, cosa vuoi che ci faccia quel panzone verde…

infatti si è buttato per terra fingendo di essere calpestato e preso a pedate…

ma poi l’hanno messo in gattabuia, non è bello, sono esperienze scioccanti…

ma se gli hanno lasciato persino il cellulare col quale ha chiamato i giornali…

ma è pur sempre un parlamentare europeo…

un po’ razzista…

lui dice che difende l’identità…

la sia identità non mi piace…

ma piace a chi l’ha votato, evidentemente e quelli rappresenta…

pessima rappresentazione…

be’, comunque non si picchia un parlamentare europeo…

è vero, ma se si tratta di Borghezio non me ne frega un fico secco…

doppiopesista!

pirla!