Ma di che materia sono fatti i sogni? Se lo chiedono tutti dopo avere scoperto che hanno almeno una consistenza “teorica”. Io li immagino come i biscotti, quelli per i bambini, arrotondati, solidi, ma che si ammollano nel latte. Sono belli da toccare, accarezzare, annusare, hanno un buon profumo, fragili, ma non troppo, se li maneggi con cura resistono qualche tempo, persino se li bagni (mai fatto sogni bagnati?) mantengono una certa concretezza, ma basta un battito di ciglia e…