Al vertice di Kuala Lumpur della IATA, l’associazione che riunisce le compagnie aeree, si è fatto il punto della situazione ed è risultato che la crisi subìta dal trasporto aereo è peggiore di quella post 11 settembre. Uno dei nemici peggiori del trasporto aereo sarebbe la videoconferenza, che ha decimato i voli in classe business, quelli più ricchi, degli uomini d’affari che si muovono per il mondo. L’abitudine sempre più frequente, di non lasciare il proprio ufficio, ma di utilizzare le più moderne tecnologie per conferire con i colleghi di tutto il mondo, avrebbe fortemente penalizzato le compagnie, ma ha anche generato dei notevolissimi vantaggi in temini di spreco di risorse, energia, tempo, stress, rischi, inquinamento dell’aria, della terra, dell’acqua. E poi dicono che la vita sedentaria non è salutare.

Annunci