Archive for 25 maggio 2009


Tratta da Indymedia.

Inserito da Anonimo il Dom, 24/05/2009 – 13:05

autore:

i ribelli della montagna

Questa mattina è stata disturbata la solita “commemorazione” che viene tenuta tutti gli anni a Rovetta, dove un’accozzaglia di nostalgici, revisionisti e neofascisti ricorda come una strage di innocenti la fucilazione da parte di partigiani dei miliziani della RSI della Legione Tagliamento [che si erano distinti in quanto a ferocia ed efferatezza in tutte le loro azioni].
Un elicottero con bandiere partigiane ha sorvolato la Malga Lunga, il Monte Blum (dove erano stati piazzati striscioni antifascisti) e infine il cimitero di Rovetta dove veniva svolto questo raduno, rimarcando la verità storica e onorando ancora una volta la memoria dei partigiani che hanno liberato la valle Seriana (seguirà video).
Nel frattempo, nel cimitero stesso, partiva la musica di Bella Ciao, la canzone simbolo della Resistenza e di quei partigiani che i nostalgici riuniti a Rovetta vogliono far passare non da liberatori ma da semplici assassini.

Questo il testo del volantino diffuso in Valle Seriana in questi giorni:

… dopo aver CATTURATO E FUCILATO 147 GIOVANI DISARMATI ALLA BENEDICTA
… dopo aver IMPICCATO 31 GIOVANI PER LE VIE DI BASSANO DEL GRAPPA
… dopo aver FUCILATO E BRUCIATO VIVI PIU’ DI 300 GIOVANI SUL MONTE GRAPPA
… dopo aver INCENDIATO IL PAESE DI COSTA VOLPINO
… dopo aver SEVIZIATO LA POPOLAZIONE E UCCISO 3 CIVILI INERMI A FONTENO
… dopo aver AMMAZZATO 7 GIOVANI PARTIGIANI ALLA MALGA LUNGA CUI ERA STATO PROMESSO DI AVER SALVA LA VITA
… dopo aver TORTURATO E FUCILATO I FRATELLI PELLEGRINI A LOVERE
… dopo aver AMMAZZATO 12 GIOVANI A SCHILPARIO
… dopo aver GETTATO NEL TERRORE PER MESI L’INTERA VALLE SERIANA MINACCIANDO, DERUBANDO, TORTURANDO, DEPORTANDO E AMMAZZANDO …
SONO TORNATI !!
Eccoli i giovani della LEGIONE TAGLIAMENTO.
Eccoli che sfilano indisturbati per le vie di Bergamo con mazze e caschi, che ricevono la benedizione del loro prete: padre TAM, che come ogni anno da tutta Italia vengono a RICORDARE i vili combattenti fascisti fucilati al cimitero di Rovetta da una Brigata Partigiana il 28.04.45.
Il 24 maggio a ROVETTA si ritroveranno con le loro effigi naziste, con le loro teste rasate e con i loro saluti romani nostalgicamente inneggianti a Mussolini per oltraggiare ancora la memoria di coloro che si batterono per la LIBERAZIONE di Bergamo e della VAL SERIANA dalla ferocia NAZIFASCISTA
Onoriamo la memoria dei nostri caduti per la libertà
Combattiamo questo sistema socio-economico sempre più razzista e repressivo
Rifiutiamo con forza ogni tentativo di mistificazione storico revisionista !!

BASTA FASCISMO!!!!!!
NO AL RADUNO DI ROVETTA
W LA RESISTENZA PARTIGIANA

I ribelli della montagna

Annunci

Ma oggi non è lunedì? Perché, allora, ho incontrato solo gente sorridente stamattina? In posta, in banca, dal prestinaio, per strada, tutti che mi salutano cordialmente, sorridono, sono contenti. Anch’io sono contento, ma è lunedì, è ovvio, non lavoro. Il mio lunedì è il martedì. E allora, cosa sta succedendo? In banca un’ impiegata era tutta felice di dirmi che aspettava il venerdì per andare ad aggiustare il tetto di casa sua e poi imbiancare. Con questo caldo sarà uno spasso. Se le va bene, venerdì pioverà. Sono salito un attimo sul marciapiede in bicicletta per evitare che la 55 mi trasformasse in una frittella e in quel momento girava l’angolo una vigilessa. Ci siamo trovati nella peggiore delle situazioni possibili: impediti a passare nello spazio ristretto lasciato da una macchina parcheggiata male, un palo e il muro, io da una parte e lei dall’altra. Mi ha guardato malissimo, io ho sfoderato un’espressione innocente e vittimista (che mi riesce malissimo di solito, perché, invece, ce l’ho strafottente) e lei cosa ti fa? Mi chiede gentilmente e sorridentissima: può scendere dal marciapiede per favore? Subito – le rispondo altrettanto sorridentissimo e senza accampare scuse. E vado. Al ritorno la rivedo che gesticola in mezzo ad un incrocio tentando, con un certo successo, di coordinare il flusso del traffico. Le passo davanti, mi riconosce, mi saluta sempre sorridente, nonostante il pulviscolo nero dello smog rischi di macchiarle i denti bianchissimi e le auto attorno a lei attentino pericolosamente alla sua incolumità. Ma è lunedì. Anzi, è un lunedì, quello seguente alla prima ondata di caldo pre-estivo. Forse è questo che mette di buon umore la gente, nonostante l’afa. Il pensiero delle vacanze imminenti, il mare, la montagna, il tempo libero, ma anche il traffico in autostrada, il pezzo di alberghi e ombrelloni, il mutuo acceso per l’affitto di un appartamenteo a tre chilometri dallla battigia, le spiaggie affollate, i bambini urlanti e il puzzo di creme abbronzanti e nauseanti. Stringiamo i denti ancora un po’ e si parte Ma è lunedì, è il 25 maggio e tra sette mesi è già Natale. Sarà per questo che sono tutti contenti?