Due concertisti, uno milanese e l’altro napoletano, si incontrano nella sala da té di un noto ristorante.

Il milanese racconta:’Ieri sera ho tenuto un concerto alla Scala,appena ho finito di suonare l’ultima nota, c’è stata un’ovazione generale, lanci di fiori sul palco, applausi, standing ovation.
Quello che mi ha fatto più piacere è che il sindaco Moratti è salito sul palco, mi ha stretto la mano e mi ha detto:’complimenti Lei ci ha commosso! Persino la Madonnina ha pianto!

‘Il napoletano risponde:’Anch’io ho tenuto un concerto ieri sera in Vaticano, appena ho finito di suonare l’ultima nota, solita ovazione, lancio di fiori, applausi, standing ovation.
Ma quello che mi ha stupito è che si è aperta la porta infondo ed è entrato Gesù, è salito sul palco, mi ha stretto la mano e ha detto: ‘Complimenti!
Tu sì ca suone bbuono! No comme a chillu strunz ‘e milanese ca’ fatt’ chiagnere a mammà!’