Archive for settembre, 2007


Spacepal

Non so se conoscete/frequentate MySpace. Per ragioni di famiglia in questi giorni mi è capitato di annotare i meccanismi di creazione dei siti e le dinamiche che si creano tra utenti. È interessante e buffo allo stesso tempo: in breve si crea una rete fitta di contatti (ho frequentato in particolare la sezione musica) tra musicisti di diversi generi e in tutto il mondo: dal Sudafrica al Canada, passando per Irlanda e Casalpusterlengo. Ma il modo in cui ciò avviene mi ha ricordato l’infanzia, all’asilo, quando, cercando di intrecciare nuove amicizie, si chiedeva a bambini e bambine: vuoi essere mio amico/mia amica? Su MySpace, per appioppare il proprio avatar sul sito di un altro si fa così: vuoi essere mio amico? La tecnologia del ventunesimo secolo adotta i termini infantili del ventesimo. È il progresso, bellezza!

P.S. La signorina della foto non è diventata mia amica 😦

Teso e sfrigolante

Sento una tensione nel ginocchio sinistro, come se le cartilagini, o qualsiasi cosa alloggi lì dentro oltre a ossa e polpa, si fossero ritirate e ugualmente stiano facendo di tutto per assolvere al loro compito di….non so bene quale compito, ma dovranno pur averlo un ruolo, certo, non spiegabile in termini semplici, a meno di non essere un addetto ai lavori, un patologo legale come se ne vedono a decine nei telefilm ultimamente, tutti figli del dottor Quincy e di Sam Fujiama…dicevo, le mie volonterose cartilagini si tendono pericolosamente nel mio ginocchio sinistro e non so perché: non le ho strapazzate, è da una settimana che non vado in bicicletta – strumento tentatore, ma tremendo e infido per le articolazioni se ci si lascia andare – ho camminato poco, ho passato gran parte del mio tempo seduto a scrivere e, infatti, anche il polso destro e il metacarpo sinistro fanno sentire la loro umile presenza, mentre solitamente se ne stanno buoni buoni al loro posto senza nulla pretendere. Il collo, quando lo giro, sfrigola come quando si cammina sulla sabbia, ho il naso freddo e voglia di tè caldo con i biscotti. Solo che è un po’ tardi e di là sento già il profumo delle melanzane alla parmigiana. È una bugia, non lo sento, perché non sono ancora state infornate, ma la fantasia olfattiva mi riesce piuttosto bene. Molti anni fa feci anche un breve corso di recitazione e qualche rudimento di “metodo” me lo insegnarono, perciò mi potrei anche immedesimare nella melanzana con un po’ di esercizio, magari essudare del liquido e prosciugarmi, perché è l’umidità la responsabile di tutto, questa pioggia che da due giorni scroscia ad intervalli irregolari, ma abbondante e allagante. Allagante come può esserlo a Milano, dove incoscienti posatori di asfalto chiudono tombini e bocche di lupo se nessuno li controlla, ragione per cui, anche quando per caso indovinano la pendenza, l’acqua non trova sfogo neppure in quelle fessure già parzialmente intasate da foglie e spazzatura. È l’autunno, bellezza! (e sull’aria di California Dreaming) Cielo grigio suuu…foglie gialle giùùùù….

Premesso che le parole come ministra, assessora, avvocata, ingegnera, mi fanno letteralmente schifo e provo ribrezzo anche al solo pensarle, pubblico il link di questo appello sul quale non sono d’accordo, ma sono tanto carino e simpatico e perciò eccolo qua sotto.

Appello

MastellaMastella che si giustifica per avere viaggiato sull’ aereo di Stato: “Dico sul serio. Ero… rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C’era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C’è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio!

Oh Clemm!

Secondo un sondaggio della SIGO, Società italiana di Ginecologia e Ostetricia, le italiane amano il rischio: il 50% fa sesso non protetto. E non utilizza nemmeno altri metodi contraccettivi. L’indagine è stata condotta su 1.100 ragazze, interpellate quest’estate sulle spiagge italiane: una su tre ha vissuto la sua «prima volta» senza protezione, e il 30 per cento continua a sfidare la sorte non usando niente, mentre il 20 per cento fa affidamento sul coito interrotto.
*********************************
A Milano, nel mese di settembre, sino ad oggi, solo alla clinica Mangiagalli sono nati 436 bambini, un record, anche perché l’ 80% sono italiani. Periodo di concepimento: festività natalizie. Anche questo è un modo di festeggiare e farsi un regalo.

cuffaroMa avete visto cos’è diventata Maria Cuffaro al TG3, la ex scarmigliata d’assalto di Santoro e, inviata in India e Pakistan, autrice di servizi tra lussuosi palazzi del potere e discariche umane? Voce da contralto, sopracciglia a punta, sguardo assassino, capelli lucidi, labbro tumido: decisamente un salto di qualità rispetto alla più rassicurante Bianca Berlinguer e alla lagnosa Botteri. Uno spettacolo!